Allergia: sintomi, cause – allergia immediata e ritardata

Allergia sintomi

Indice

Allergia: sintomi, cause e diagnosi

I sintomi di una allergia sono diversi in base al fattore scatenante (pollini, alimenti, farmaci, sostanze da contatto), tipo di reazione (immediata o ritardata), e alla reattività del paziente allergico e alla sua reattività e ai suoi fattori di rischio. Infine anche la fonte scatenante dell’allergia.

Sintomi allergia respiratoria

Causati da  pollini, epiteli animali, muffe e acari della polvere:

Sintomi Allergia alimentare

  • prurito localizzato inizialmente e poi rapidamente diffuso

  • sindrome orale, solo prurito al cavo rale, non grave

  • orticaria

  • gonfiore delle palpebre, labbra, viso, mani, piedi, lingua

  • starnuti e ostruzione nasale

  • tosse secca

  • asma

  • abbassamento della pressione sanguigna, fino allo shock

  • dolore addominale

  • vomito, diarrea

  • Farmaci: orticaria immediata, anafilassi; a volte reazioni ritardata con esantema anche dopo una settimana. Reazioni molto gravi ritardate: Sindome di Stevens e Lyell

  • Allergia da contatto (metalli, profumi, gomma, cosmetici ecc): prurito anche dopo 48 ore ed eczema allergico da contatto

Cosa significa

Allergia Allergia è un termine che indica una reazione del nostro organismo nei confronti di una sostanza (alimento, farmaco, cosmetico, ecc)  generalmente tollerata da tutti gli altri soggetti. La reazione può essere di vari tipi.

Allergia immediata

  • Le reazioni immediate si manifestano da pochi minuti a 1 ora dal contatto con la sostanza a cui si è allergici (allergene).

  • Le reazioni immediate sono responsabili della rinite allergica, asma bronchiale, allergia alimentare, allergia a farmaci, al lattice, al veleno delle vespe e degli imenotteri.

Reazione Ritardata

  • L’allergia ritardata  si può manifestare da 1 ora anche fino a una settimana doo il contatto.

  • La reazione ritardata più caratteristica è quella della dermatite allergica da contatto.

  • Esistono delle reazioni allergiche ritardate anche verso i farmaci, come l’esantema da farmaci, caratteristico quello verso le penicilline.

Come si sviluppa una reazione allergica

L’allergia non si manifesta mai alla prima esposizione con l’allergene. Vi è un contatto in cui il soggetto diventa sensibile all’allergene, senza sintomi. Ai contatti successivi con l’allergene, le IgE delle cellule dell’allergia  in superficie creano la rottura delle stesse  rilasciano mediatori (come istamina)responsabili dei sintomi della reazioni allergiche.

Se l’allergene, ossia la sostanza scatenante è un alimento o un farmaco, la reazione allergica può essere molto più grave ed immediata.

Anafilassi e shock anafilattico

Se sono presenti almeno 2 sintomi di due organi diversi (vomito e orticaria ad esempio) si parla di anafilassi.

Allergia ritardata

In caso di una reazione allergica ritardata i sintomi e i segni dell’allergia sono diversi da quelli della allergia immediata:

  • dermatite con prurito, vescicole, arrossamento e desquamazione, segni caratteristici dell’eczema (segni e sintomi della dermatite allergica da contatto)
  • esantema morbilliforme o orticarioide ritardato, generalmente dopo una reazione allergica ad un farmaco
  • eritema fisso: macchia rotondeggiante della pelle, prima rossa e pruriginosa e poi marrone-nerastra: sintomo di allergia ritardata ad un farmaco