Allergia Disperso BLU Tessuti dermatite da contatto

Indice

Allergie disperso BLU 124 e allergia ai tessuti

Il disperso blu è una causa frequente di dermatite allergica da contatto

Dov’è contenuto, dove si trova

  • Il Disperso Blu è un colorante ampiamente utilizzato nell’industria tessile, altamente liposolubile e quindi in grado di entrare bene a livello cutaneo provocando molte sensibilizzazioni.

  • Il nome commerciale è serisol Blu 3Dr, usato per colorare fibre sintetiche (acetato, Triacetato poliestere, acrilico).

  • si trova nei tessuti colorati di blu scuro, marrone, nero, viola e alcuni verdi.

  • È utilizzato per colorare biancheria anche di basso costo (in nailon ecc); su tali fibre specie sintetiche si fissa in modo instabile liberandosi a contatto con la pelle. Da reazioni crociate con il Disperso blu 106.

Diagnosi

La diagnosi della dermatite allergica verso i coloranti del tessuto si basa solo sul patch test o test epicutaneo a lettura ritardata

I coloranti per tessuti danno reazioni crociate

  • I coloranti azoici, i coloranti dispersi più frequentemente applicati, sono noti per causare dermatite allergica da contatto e sono utilizzati come coloranti delle fibre sintetiche

  • La reattività crociata tra coloranti azoici e p-fenilendiammina è comune 

  • Si ritiene che la dermatite allergica da contatto da Disperse Giallo 3 o Disperse Arancio 1 derivi dall’esposizione diretta della pelle al colorante o dalla sensibilizzazione incrociata di altri composti paraamminici, più frequentemente Parafenilendiammina. 

  • La dermatite allergica da contatto ai tessuti può essere riscontrata in caso di contatto diretto con indumenti o  anche accessori tessili.

Cosa fare per dermatite allergica da contatto al Disperso Blu e ai coloranti per tessuti :

  • Usare indumenti specie se sintetici privi di Disperso blu

  • Far attenzione a non lavare assieme indumenti con tale colorante con altri che ne sono privi.

  • Preferire biancheria intima di cotone non colorata

  • Alcuni pazienti con allergia ai coloranti dispersi reagiscono anche alla parafenilendiammina.

  • I pazienti allergici a un colorante disperso devono evitare tessuti in poliestere e acetato (e nylon, se possibile).

  • Dovrebbero anche evitare indumenti realizzati in puro poliestere, miscele di acetato, colori blu o scuri come nero, marrone, verde, viola e viola.

  • Se possibile, indossare abiti larghi ed evitare calze di nylon, soprattutto quelle scure.

  • Lavare due volte gli indumenti nuovi o la biancheria da letto prima dell’uso.

  • Lavare tutti i vestiti nuovi e la biancheria da letto tre volte prima dell’uso.

  • Indossare tessuti naturali, seta, cotone e lana.