Unghie artificiali e dermatite allergica

unghie-artifciali-allergia

Unghie artificiali, cura delle unghie e rischio allergie

Tre tipi di miglioramenti delle unghie sono diventati particolarmente popolari: unghie in gel, smalto gel e unghie acriliche.

  • Le unghie in gel vengono applicate sopra l’unghia naturale o utilizzate come extension

  • Il gel deve essere indurito sotto una luce UV. 

  • Lo smalto gel è un tipo di smalto per unghie resistente, che necessita anche di una lampada UV per indurirsi.

Le unghie acriliche prevedono l’applicazione di una pasta sopra l’unghia naturale, che viene poi lasciata indurire.

Rischio di allergia per unghie artificiali

Un numero crescente di persone stanno diventando allergiche alle sostanze chimiche utilizzate in questi tipi di unghie finte e smalti.

Ricostruzione delle unghie e allergia da contatto

La ricostruzione delle unghie avviene, nella maggior parte dei casi,  con composti acrilici ed è divenuto sempre più frequente il riscontro di allergia professionale ed extraprofessionale a questi composti. Questo avviene perchè l’autopolimerizzazione del polimetilmetacrilato e del metilmetacrilato avviene a temperatura ambiente, direttamente sulla superficie ungueale e può causare l’insorgenza di dermatiti da contatto della regione periungueale e del polpastrello.

Inoltre la formazione di materiale volatile conseguente alla limatura dell’unghia artificiale può inoltre essere responsabile di dermatiti del volto, delle palpebre e del collo.

Anche la colla per le unghie può causare allergia

La colla per le unghie è un importante accessorio da applicare sulle unghie artificiali. In passato le resine a base di fenolo-formaldeide hanno causato allergia da contatto, oggi, tuttavia, il principale componente è l’etil cianoacrilato (più del 80%). Altri componenti sono l’idrochinone e gli acidi solforici organici. E’possibile una contaminazione con monomeri di altri composti acrilici.
L’allergia da contatto al cianoacrilato è abbsatanza comune, anche se  raramente considerato nei patch test e così non incluso nelle serie standard. Può provocare una onicodistrofia periungueale (grave) come pure un eczema da contatto. Onicolisi e parestesia sono rare. L’etil-cianoacrilato non mostra reattività crociata con il metilacrilato

Come scoprire se si è allergici ai prodotti usati per le unghie

Bisogna eseguire i patch test, unico modo per scoprire se esiste una allergia ai metacrilati

Allergia da contatto agli acrilati: come prevenire?

In generale se è presente un’infiammazione o una lesione della zona ungueale o vicino ada essa (periungueale) non è consigliabile adoperare le unghie artificiali. In ogni caso qualunque tecnica e tipo di unghia venga adoperata, i materiali e le colle adoperate sono a base di acrilati, pertanto anche le reazioni di sensibilizzazione sono relative a questo tipo di sostanze.

Contact Dermatitis. 2007 Jul;57(1):21-7.
Contact allergy to acrylates/methacrylates in the  acrylate and nail acrylics series in southern Sweden: simultaneous 
positive patch test reaction patterns and possible screening allergens.